2006



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 DICEMBRE 2006

“Cari figli, anche oggi vi porto in braccio il Neonato Gesù. Egli che è il Re del cielo della terra, Egli è la vostra Pace. Figlioli, nessuno vi può dare la Pace come Lui che è il Re della Pace. Per questo adorateLo nei vostri cuori, scegliete Lui e in Lui avrete la gioia. Egli vi benedirà con la Sua benedizione di Pace. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

Nei suoi molti messaggi negli anni precedenti, soprattutto per Natale, la Vergine Maria ci ha parlato e ci ha invitato alla pace, così come anche oggi: "Cari figli, vi porto in braccio il piccolo Gesù, Re della pace, che vi benedice con la sua pace... Vi invito ad essere i miei portatori di pace in questo mondo senza pace..." (25.12.2005). "Vi porto Gesù, Re della pace, perchè vi doni la sua pace..." (25.12.2003). "Cari figli, questo è il tempo di grandi grazie, ma anche il tempo di grandi prove per tutti coloro che desiderano seguire la via della pace..." (25.12.2002). "Mettete il neonato Gesù Bambino al primo posto nella vostra vita ed Egli vi condurrà sulla via della salvezza..." (25.12.1999). "Cari figli, in questa gioia di Natale desidero benedirvi con la mia benedizione; in modo particolare vi do la benedizione del piccolo Gesù che vi riempie con la sua pace" (25.12.1998).

Si può dire che Natale è festa dell’amore di Dio e della sua pace. L’evangelista Luca ci dice nel suo Vangelo: "E subito apparve con l’Angelo una moltitudine dell’esercito celeste che lodava Dio e diceva: "Gloria a Dio nel più alto dei celi e pace in terra agli uomini che Egli ama" (Lc 2,13-14). Con il loro canto gli Angeli dimostrano il senso di quello che è avvenuto, esprimono che la nascita di Gesù realizza la gloria di Dio e porta la pace agli uomini. La pace è una pienezza dei beni. In modo particolare il perdono dei peccati è dono dello spirito di Dio. La pace significa anche la grazia. La pace non è una assenza della guerra, ma è il rinnovamento del rapporto filiale con Dio o, per meglio dire, la salvezza. Gesù stesso, la sua persona, è la pace. Come dice l’apostolo: "Egli infatti è la nostra pace" (Efes 2,14). Senza Gesù non si può avere la vera pace, né si può vivere. In Gesù neonato si manifesta la bontà di Dio salvatore nostro e il suo amore per gli uomini. Attraverso le sue apparizioni, che durano già da 25 anni e 6 mesi, la Vergine Maria qui ci manifesta e ci aiuta a vivere la bontà e l’amore di Dio verso di noi.

Come il primo giorno delle sue apparizioni il 24 giugno 1981, quando è apparsa sul Podbrdo a Medjugorje, la Vergine Maria anche oggi ci porta tra le braccia e ci dona Gesù neonato. Nel suo messaggio odierno ci dice: "Anche oggi vi porto Gesù neonato tra le braccia; Lui è il Re del cielo e della terra, Lui è la vostra pace". Le parole della Madre celeste non fanno rumore, non sono una filosofia: queste parole sono semplici, materne, umane, capibili per ogni cuore che si apre alla presenza della Madre. La sua presenza qui tra noi è nascosta nella semplicità della parola umana. Anche Dio viene a noi nella semplicità di un bambino; anche Gesù rimane per noi nascosto sotto la semplicità del Pane Eucaristico. Proprio dietro questa semplicità si nasconde l’onnipotenza dell’amore di Dio e della sua bontà. Questa semplicità di Dio è capace di creare una vita nuova, è capace di trasformare i cuori umani. La Vergine Maria è piena di grazia, è piena di Dio. Lei è tutta rivolta a Dio e ci dice: "Adorate mio Figlio nei vostri cuori, sceglietelo... nessuno vi può dare la pace come Lui... avrete la gioia in Lui". Permettiamo ed aiutiamo la Madre celeste perché possa regnare nei nostri cuori la pace che ci proviene da Gesù, al quale ci porta la Vergine Maria.

INFORMAZIONI
Come sapete, nell’ultima apparizione quotidiana del 12 settembre 1998, la Madonna ha detto al veggente Jakov Colo che avrebbe avuto l’apparizione una volta all’anno, il 25 dicembre, a Natale. Così è avvenuto anche quest’anno, oggi. La Madonna è venuta con il Bambino Gesù tra le braccia. L’apparizione è iniziata alla 15,23 ed è durata 6 minuti. La Madonna ha dato il seguente messaggio:

"Cari figli, oggi è un grande giorno di gioia e di Pace. Rallegratevi con Me. Figlioli, in modo particolare vi invito alla santità nelle vostre famiglie. Desidero, figlioli, che ogni vostra famiglia sia santa e che la gioia divina e la Pace che Dio oggi vi manda, regnino e dimorino nelle vostre famiglie. Figlioli, aprite i vostri cuori oggi, in questo giorno di grazia, decidetevi per Dio e metteteLo al primo posto nella vostra famiglia. Io sono vostra Madre, vi Amo e vi dono la Mia benedizione materna".

Nell’apparizione a Mirjana Dragicevic Soldo il 2 dicembre 2006, la Madonna ha dato il seguente messaggio:

"Cari figli, in questo tempo gioioso di attesa del Mio Figlio, desidero che in tutti i giorni della vostra vita terrena vi sia una gioiosa attesa del Mio Figlio. Vi invito alla santità. Vi invito ad essere i Miei apostoli della santità, affinché, attraverso di voi, la buona novella illumini tutti coloro che incontrerete. Digiunate e pregate ed Io sarò con voi. Vi ringrazio!"

(Mirjana ha aggiunto che la Madonna era contenta e ha sottolineato ancora l’importanza della benedizione del sacerdote, perché, dice, "è la benedizione di mio Figlio").

Il 14° incontro internazionale delle guide dei pellegrinaggi, dei centri della pace, preghiera e carità legate a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 4 all’8 marzo 2007. Il tema dell’incontro sarà: "Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime". Il numero dei partecipanti è limitato per esigenze di spazio ed ogni anno il numero delle richieste è in continuo aumento, pertanto vi esortiamo ad aderire al seminario al più presto. Le richieste possono essere inoltrate al numero di fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr. Il 12° seminario internazionale per sacerdoti si terrà a Medjugorje dal 2 al 7 luglio 2007 e il tema del seminario sarà: "Con Maria nel Cenacolo in attesa dello Spirito Santo". Le adesioni possono essere mandate all’indirizzo come sopra. Il docente del seminario sarà Padre Raniero Cantalamessa.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
Vergine Maria, Madre di Gesù e nostra Madre, Tu che hai dato alla luce Gesù, Figlio di Dio, Tu oggi dai la luce anche a tanti altri tuoi figli. Ti preghiamo: fai rinascere, cambiare e convertire i nostri cuori dalle tenebre alla luce di Dio. Prega per noi, o Maria, perché possiamo avere il coraggio di scegliere e seguire Gesù, perché possiamo vivere la pace che solo Lui ci dona. Soprattutto, Maria, ti presento tutte le nostre famiglie: che abbiano il coraggio e la forza di crescere e vivere nella santità. Prega per noi, o Maria, perché non abbiamo paura di seguire quello che tu ci proponi qui, invitandoci a camminare sulla via della conversione e della santità. Con la Tua intercessione, rafforza la nostra fede, perché non ci spaventiamo delle nostre debolezze e dei nostri peccati, ma che crediamo di più nella misericordia di Dio, che ci può fare ogni giorno, sempre di più, santi e misericordiosi. Per intercessione della Beata Vergine Maria, Regina della Pace, benedica voi, le vostre famiglie e tutti i gruppi di preghiera e vi protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Per intercessione della beata vergine Maria, Regina della pace, benedica tutti voi, le vostre famiglie e vi protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio a Jacov 25 DICEMBRE 2006


Nell'apparizione quotidiana del 12 settembre 1998 la Madonna ha detto a Jakov Kolo che avrebbe avuto l’apparizione una volta all’anno: il 25 dicembre, a Natale. Così è avvenuto anche quest’anno. La Madonna e venuta con il Bambino Gesu tra le braccia. L'apparizione è iniziata alle 15 e 23 ed è durata 6 minuti. La Madonna ha dato il seguente messaggio:

“"Cari figli, oggi è un grande giorno di gioia e di Pace. Rallegratevi con Me. Figlioli, in modo particolare vi invito alla santità nelle vostre famiglie. Desidero, figlioli, che ogni vostra famiglia sia santa e che la gioia divina e la Pace che Dio oggi vi manda regnino e dimorino nelle vostre famiglie. Figlioli, aprite i vostri cuori oggi, in questo giorno di grazia. Decidetevi per Dio e metteteLo al primo posto nella vostra famiglia. Io sono vostra Madre. Vi Amo e vi dono la Mia benedizione materna.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 DICEMBRE 2006 a Mirjana

“Cari figli, in questo gioioso tempo di attesa del Mio Figlio, desidero che tutti i giorni della vostra vita terrena vi sia una gioiosa attesa del Mio Figlio.Vi invito alla santità. Vi invito ad essere gli apostoli della santità, affinché, attraverso di voi, il lieto annunzio illumini tutti coloro che incontrerete. Digiunate e pregate, ed Io sarò con voi. Vi ringrazio.”

La Madonna era contenta e ha parlato della importanza della benedizione del sacerdote

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 NOVEMBRE 2006

“CCari figli, anche oggi vi invito: pregate, pregate, pregate. Figlioli, quando pregate siete vicini a Dio ed Egli vi dona il desiderio d’eternità. Questo è il tempo in cui potete parlare di più di Dio e fare di più per Dio. Per questo non opponete resistenza, ma lasciate, figlioli, che Egli vi guidi, vi cambi ed entri nella vostra vita. Non dimenticate che siete pellegrini sulla strada verso l’eternità. Perciò, figlioli, permettete che Dio vi guidi come un pastore guida il suo gregge. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

Vorrei ricordarvi il messaggio del mese scorso, nel quale la Madre celeste ci ha detto: “Non siete coscienti, figlioli, che Dio vi dona una grande opportunità per convertirvi e vivere nella pace e nell’amore”. Nel profondo del nostro cuore c’è aspirazione e ricerca della pace: è, in fondo, la ricerca di Dio. Dove si trova Dio, là si trova la pace. Si dice che Dio si trova in ogni posto, dappertutto, ma esistono i posti dove Dio si è rivelato in modo particolare e dove ha donato agli uomini l’opportunità che siano più vicini a Lui. Uno di questi posti è Medjugorje, dove la Vergine Maria appare già da 25 anni e 5 mesi. Moltissimi cercando la pace, l’amore, il senso della vita, la luce per la vita o, meglio, cercando Dio, Lo hanno trovato in questo posto benedetto dalla presenza di Maria, Madre di Dio che ci invita, insegna e chiama come Madre. Nel messaggio di ottobre ci ha detto anche: “Voi siete tanto ciechi e legati alle cose terrene e pensate alla vita terrena”.

Lei vuole volgere i nostri sguardi verso il Cielo, verso Dio. Questo non vuol dire dimenticare la terra, ma vuol dire vivere in un modo migliore la vita terrena e quotidiana. Come dice una preghiera: “O Dio, dacci la grazia che sappiamo servirci delle cose terrene aspirando ai beni celesti”. In questo suo messaggio, come anche nei suoi tanti messaggi precedenti, ci invita ripetendo tre volte: “Pregate”. La Vergine Maria ci ripete questo con il desiderio di mettere in risalto l’importanza della preghiera nella nostra vita spirituale e non si tratta qui di un esercizio devozionale o di una legge che qualcuno ci ha prescritto. Non è un invito ad adempiere una abitudine. La preghiera non è un allenamento spirituale; la preghiera, io direi, è la vita. Come il nostro corpo ha bisogno dell’aria, del cibo e delle bevande perché possa restare in vita, così c’è bisogno di preghiera per la nostra vita spirituale. Sappiamo bene che quando trascuriamo il corpo, quando non siamo disciplinati nel bere e nel mangiare, il nostro corpo si ammala, non si sente bene e neanche noi. Così anche quando trascuriamo la preghiera: allora, per così dire, tutti i virus e i batteri possono facilmente attaccarci. Trascurare la preghiera è come trascurare noi stessi.

Chi non ama sé stesso non può amare neanche gli altri. Chi ama sé stesso troverà il tempo per la preghiera e per l’incontro con Dio. Invece se trascuriamo la preghiera diventiamo facilmente preda dei diversi mali, i peccati, le dipendenze, l’odio, l’egoismo, le paure e troviamo il vuoto della vita. Maria qui, in tutti questi 25 anni, non è venuta per dirci che possiamo imparare a saperne di più degli altri, ma è venuta perché possiamo vivere meglio il Vangelo. “Figlioli, quando pregate siete vicini a Dio”, ci dice Maria. Nella preghiera sentiamo l’eco dell’eternità nella nostra anima e, come ci insegna il Catechismo della Chiesa cattolica nel numero 33: “Germe dell’eternità che porta in sé, irriducibile alla sola materia, la sua anima non può avere la propria origine che in Dio solo”.

Nella preghiera alla quale ci invita la Madre Maria possiamo sperimentare quel profondo anelito che è nascosto nei nostri cuori, possiamo anche trovare la verità delle parole di S. Paolo nella lettera ai Filippesi: “La nostra patria invece è nei Cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo” (Fil. 3,21). L’eternità non comincia soltanto quando moriremo, non bisogna aspettare la morte; ma bisogna cominciare adesso, come ci invita la Vergine Maria, a prepararci, camminare, lottare per poter metterci dalla parte di Dio. Come ci siamo decisi per Dio e ci siamo messi dalla sua parte e contro il peccato, le tenebre e l’odio, noi siamo già immersi nell’eternità.

Qui dobbiamo lottare e creare il regno di Dio che è in mezzo a noi. Qui e adesso dobbiamo permettere a Dio che ci guidi, ci cambi ed entri nella nostra vita, come ci dice Maria. Qui siamo pellegrini sulla strada verso l’eternità e non la percorriamo passivamente, ma dobbiamo lottare per il regno di Dio finché Lui non verrà nella pienezza dei tempi, ottenendo la vittoria sul male e sulla morte.

INFORMAZIONI
La Vergine Maria ci ha dato anche il messaggio il 2 novembre attraverso la veggente Mirjana Dragicevic Soldo. La Regina della pace ci ha detto: “Cari figli, la mia venuta a voi, figli miei, è l’amore di Dio. Dio mi manda a voi per ammonirvi e indicarvi la via giusta. Figli miei, non chiudete gli occhi davanti alla verità. Il vostro tempo è breve. Non permettete agli inganni di regnare su di voi. Il cammino sul quale desidero guidarvi è il cammino della pace e dell’amore. Questa è la via che conduce a mio Figlio, il vostro Dio. Datemi i vostri cuori perché adesso Io possa darvi mio Figlio e perché di voi possa fare i miei apostoli: apostoli di pace e di amore. Vi ringrazio!”. Come ci ha detto la veggente Mirjana, la Madonna ha aggiunto di non dimenticare i nostri Pastori nelle nostre preghiere.
Il 14° incontro internazionale delle guide dei centri della pace, preghiera, pellegrinaggi e carità legate a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 4 all’8 marzo 2007. Il tema dell’incontro sarà: “Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime”. Il numero dei partecipanti è limitato per esigenze di spazio ed ogni anno il numero delle richieste è in continuo aumento, pertanto vi esortiamo ad aderire al seminario al più presto. Le richieste possono essere inoltrate al numero di fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr. Il 12° seminario internazionale per sacerdoti si terrà a Medjugorje dal 2 al 7 luglio 2007 e il tema del seminario sarà: “Con Maria nel Cenacolo in attesa dello Spirito Santo”. Le adesioni possono essere mandate all’indirizzo come sopra.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
Vergine Maria, Regina della Pace, Tu che sei stata umile, ma sei diventata grande perché hai permesso a Dio di poter fare grandi cose in Te e attraverso di Te, Ti preghiamo: insegnaci a credere e ad abbandonarci totalmente a Dio. Prega per noi, o Maria, perché non ci scoraggiamo quando incontriamo le nostre debolezze e cadiamo nel peccato, ma sappiamo sempre di nuovo volgere lo sguardo verso di Te, o Maria, Madre immacolata, piena di grazia. Guida verso Gesù tutti noi che ci siamo incamminati sulla strada della conversione, Ti preghiamo anche per quelli che sono lontani da Dio e non sono e non possono essere felici e liberi. Ti presento o Maria tutti i giovani, le nostre famiglie, tutti gli ammalati che soffrono, tutti i gruppi di preghiera, perché possano ogni giorno progredire sempre di più per permettere a Dio di entrare nella loro vita.

Per intercessione della Beata Vergine Maria, Regina della pace, benedica e protegga da ogni male tutti voi, le vostre famiglie, tutti i gruppi di preghiera Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 2 NOVEMBRE 2006 a Mirjana

“Cari figli, la Mia venuta a voi, figlioli Miei, è l'Amore di Dio. Dio mi manda ad avvertirvi e a farvi vedere la vera strada. Non chiudete gli occhi davanti alla verità, figlioli Miei. Il vostro tempo è breve. Non permettete agli inganni di regnare in voi. La Via sulla quale vi voglio portare è la Via della Pace e dell'Amore. Questa è la Via che vi porta al Mio Figlio, vostro Dio. DateMi i vostri cuori, così che in essi Io metta Mio Figlio e faccia di voi i Miei apostoli. Apostoli di Pace e di Amore. Vi ringrazio.”

Al termine la Madonna ha aggiunto: "Non dimenticatevi nelle vostre preghiere dei vostri pastori". La Madonna era seria, di umore nè felice, nè triste.

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 OTTOBRE 2006

“"Cari figli, oggi il Signore mi ha permesso di dirvi nuovamente che vivete in un tempo di grazia. Non siete coscienti, figlioli, che Dio vi dona una grande opportunità per convertirvi e vivere nella Pace e nell’Amore. Voi siete così ciechi e legati alle cose della terra e pensate alla vita terrena. Dio mi ha mandato per guidarvi verso la vita eterna. Io, figlioli, non sono stanca, anche se vedo i vostri cuori appesantiti e stanchi di tutto ciò che è grazia e dono. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

La Vergine Maria, che è Madre, conosce molto bene l’anima e il cuore umano perché ci ama. Conosce molto bene anche le nostre malattie spirituali nelle quali possiamo cadere e cadiamo. Queste malattie sono la dimenticanza, la durezza di cuore, la negligenza, la cecità e l’ingratitudine verso Dio, dal quale abbiamo ricevuto e riceviamo tutto. Con questo messaggio la Madre celeste ci fa ricordare, ci ammonisce, ci richiama all’attenzione su quello che è importante e indispensabile per la vita. Per questo è venuta: non per spaventarci, ma per condurci, come Lei dice, alla vita eterna. Per Dio e per la vita eterna dobbiamo deciderci qui e adesso, intanto che siamo sulla terra, in questa vita terrena.

La Vergine Maria, che viene a noi dalla gloria del Padre celeste conosce meglio di noi tutti i pericoli nei quali le nostre anime possono trovarsi. La Madonna vuole che salviamo le nostre anime. L’unica cosa importante è salvare l’anima. Noi pensiamo che tutto è importante nella vita, pensiamo che è importante avere quelli che ci sorridono sempre, che ci fanno gioire, che ci aiutano, che ci capiscono, che ci amano; pensiamo che è importante avere un buon stipendio, la macchina, le strade buone, gli amici, avere l’abitazione, i vestiti, un buon cibo e molte altre cose. Tutto questo è certo importante, perché tutto questo ci serve a qualcosa; ma quando moriamo, quando ci troviamo davanti a Dio e a Lui dobbiamo dare i conti, allora più niente è importante. L’unica cosa che rimane importante è salvare l’anima, avere la coscienza pulita e rimanere in comunione con Dio. Salvare l’anima significa lottare ogni giorno perché niente e nessuno ci divida e ci allontani da Dio.

Salvare l’anima significa pulire il cuore e l’anima nella confessione sincera, nel pentimento; amare Dio e i fratelli, perdonare come Dio perdona a noi. Finchè viviamo qui sulla terra, facilmente dimentichiamo Dio e la nostra anima; siamo troppo e sempre di corsa per guadagnare e avere qui le cose. Anche Gesù ci dice nel Vangelo di Luca: “Guardatevi e tenetevi lontano da ogni cupidigia, perché anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende dai suoi beni”. La nostra vita dipende soltanto da Dio creatore, dal Padre che ci ha donato la vita. Tutti sappiamo che un giorno dovremo lasciare la terra, ma nonostante ciò, disperatamente lottiamo e ci attacchiamo alla terra, alle cose terrene. Questo significa che la nostra fede è debole, perché abbiamo smesso di pregare e di cercare Gesù nel silenzio del nostro cuore, come ci insegna la Madre celeste. Le conseguenze sono visibili: sempre di più siamo nervosi, disperati e angosciati, sempre in fuga dagli altri e da noi stessi.

La Vergine Maria, come Madre, vuole aprire i nostri occhi per un’altra realtà che non è lontana da noi, ma si trova in noi, perché Dio è in noi; soltanto che è soffocato in noi dalle cose, dalle angustie. Dio ci manda la Madre del suo figlio Gesù, ci manda la nostra Madre qui già da 25 anni e 4 mesi. Nei suoi messaggi ci diceva: “Io sono con voi… Io sarò con voi finchè l’Altissimo mi permette… Io vi inciterò... Cari figli verrà il tempo quando Io non sarò più con voi…”. La presenza della Madonna qui in mezzo a noi in questo modo, è un dono e una grazia per la Chiesa, per te e per me, per ognuno che accetta la Madre Maria e mette in pratica i suoi messaggi. Preghiamo perché le parole e la grazia di Dio che ci viene per mezzo di Maria non siano venute invano per la nostra vita.

INFORMAZIONI
La Vergine Maria ci ha dato il messaggio anche attraverso la veggente Mirjana, che ha l’apparizione ogni 2 del mese. Il 2 ottobre la Madonna ci ha detto: “Cari figli, vengo a voi in questo vostro tempo per rivolgervi l’invito all’eternità. Questo è l’invito dell’amore. Vi invito ad amare, perché soltanto per mezzo dell’amore conoscerete l’amore di Dio. Molti di voi pensano di avere la fede in Dio e di conoscere le sue leggi, si sforzano di vivere secondo queste leggi, ma non fanno ciò che è più importante: non Lo amano. Figli miei, pregate e digiunate: questa è la strada che vi aiuterà ad aprirvi e ad amare. Soltanto attraverso l’amore di Dio si riceve l’eternità. Io sono con voi. Io vi condurrò con amore materno. Grazie per aver risposto”. La veggente Mirjana ci ha detto che la Madonna ha aggiunto: “I sacerdoti hanno le mani benedette da mio Figlio. Rispettateli!”. Il 14° incontro internazionale delle guide dei centri della pace, preghiera e carità legate a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 4 all’8 marzo 2007. Il tema dell’incontro sarà: “Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime”. Il numero dei partecipanti è limitato per esigenze di spazio ed ogni anno il numero delle richieste è in continuo aumento, pertanto vi esortiamo ad aderire al seminario al più presto. Le richieste possono essere inoltrate al numero di fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
Vergine Maria, Regina della Pace, Tu o Madre piena di grazia, Tu che vieni a noi dalla gloria di Dio in questa nostra valle di lacrime, guarda a noi tuoi figli, non ci lasciare, aiutaci, intercedi per noi, svegliaci dal sonno spirituale, perché possiamo prendere seriamente le tue parole, credere nelle tue parole che provengono dal tuo cuore materno, che ci ama e soffre per noi. Grazie, o Maria, perché non ti sei stancata con noi nonostante i nostri cuori appesantiti e stanchi. Grazie, o Maria, per il tuo messaggio di questa sera, nel quale ci ammonisci e vuoi aprirci gli occhi del cuore. Insieme con Te, o Maria, preghiamo per tutti quelli che sono addormentati e lontani da Dio e che non conoscono Dio, il suo cuore e il suo amore. Soprattutto, o Maria, nelle tue mani e nel tuo cuore materno mettiamo le famiglie, tutti i gruppi di preghiera: che non si stanchino nonostante tutte le difficoltà e che possiamo continuare sulla strada che ci porta verso Dio insieme a Te, o Maria, che sei venuta a prenderci per mano per condurci alla conversione.

Per intercessione della Beata Vergine Maria, benedica voi, le vostre famiglie e tutti i gruppi di preghiera, Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene a tutti.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 2 OTTOBRE 20066 a Mirjana

“Cari figli, Vengo a voi in questo vostro tempo per rivolgervi la chiamata per l’eternità. Questa è la chiamata dell’Amore, Vi invito ad amare, perché solo attraverso l’amore conoscerete l’Amore di Dio. Molti di voi pensano che hanno fede in Dio e che conoscono le Sue leggi. Si sforzano di vivere secondo esse, ma non fanno ciò che è più importante non Lo amano. Figli Miei pregate, digiunate. Questa è la strada che vi aiuterà ad aprirvi e ad amare. Solo attraverso l’Amore di Dio si ottiene l’eternità. Io sono con voi, Io vi guiderò con Amore materno. Grazie perché avete risposto.”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 SETTEMBRE 2006

“Cari figli, anche oggi sono con voi e vi invito tutti alla conversione totale. Decidetevi per Dio, figlioli, e troverete in Dio la Pace che cerca il vostro cuore. Imitate la vita dei santi; che vi siano d’esempio, ed Io vi stimolerò fino a quando l’Altissimo mi permette di essere con voi. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

“Anche oggi sono con voi” ci dice la Vergine Maria. Tante volte ci ha detto questo durante i 25 anni delle sue apparizioni e delle sua presenza qui tra noi. Oggi lo ripete perché non dimentichiamo le sue parole e il suo amore materno così vivo per noi. La Vergine Maria lo ripete perché sa che facilmente lo dimentichiamo e facilmente ci abituiamo al bene, alla salute e alla grazia. Quando ci abituiamo facilmente, dimentichiamo Dio, che è datore di ogni vita, bene e grazia. Nonostante la nostra dimenticanza, la Vergine non dimentica di invitarci anche oggi. Questo invito proviene dal cuore materno che ama, ma anche da un cuore che soffre per noi e spesso anche a causa di noi. In un messaggio ci ha detto: “Cari figli, come ho portato Gesù nel mio grembo, così desidero portarvi fino alla santità”. Tante volte ci diceva: “Desidero guidarvi sulla via della conversione”.

La Vergine Maria ha portato Gesù nel grembo, ha vissuto per Gesù e con Gesù, ha sofferto con Lui ed è glorificata con Lui. La Madre celeste ci porta nel proprio Cuore immacolato, come ha portato Gesù, e anche vive con noi le nostre sofferenze e le nostre gioie. Maria è madre e discepola; Lei è educata nella scuola della grazia di Dio. La grazia ci educa all’obbedienza e alla Parola di Dio. Maria ascolta, medita e serba nel proprio cuore tutte le parole e tutti gli avvenimenti che riguardano Gesù, ci dice il Vangelo (cfr. Lc. 2,19 e 2,51). E Maria non è soltanto una donna di fede, ma anche una donna di preghiera. La sua vita è preghiera; Lei è stata tutta abbandonata a Dio. Qui a Medjugorje, attraverso i suoi messaggi, la Vergine Maria vuole educarci, incitarci, vuole seminare nei nostri cuori il seme della santità, perché possiamo portare frutto. Qui siamo nelle mani della Madre celeste, che ha vissuto tutto con Gesù e che vive oggi tutto per noi e per il nostro bene. Non siamo da soli, lasciati, dimenticati da Dio e dalla Madre celeste. Gesù ha promesso anche a noi: “Non vi lascerò orfani…” (Gv. 14,18). Oggi ci manda la Sua e nostra Madre Maria. Nel suo messaggio, oggi mette davanti a noi un ideale invitandoci alla “totale conversione”. Spetta a noi desiderare questa “totale conversione”, pregare, volerla con tutto il cuore; ma solo Dio può realizzarla nella nostra vita quando Lui decide e vuole. La Madre Maria è esigente con noi, perché vuole il nostro bene: non ci invita ad una conversione parziale, ma totale. Lei come Madre vuole svegliare le nostre aspirazioni profonde del cuore: la santità e la conversione sono in armonia con la nostra natura umana e ci fanno normali, sani e liberi in Dio. Il linguaggio di Maria ci sembra ideale e irrealizzabile. Ma non dimentichiamo che Maria è una donna di fede che nella propria vita ha provato, sperimentato, direi toccato con mano l’onnipotenza di Dio e ha visto con i suoi occhi che “tutto è possibile a Dio” (cfr. Lc. 1,17). Lei come Madre vuole incoraggiarci, vuole allargare i nostri cuori perché credano nell’onnipotenza e nella misericordia di Dio. Direi che la più grande sofferenza e il più grande problema per Dio è la nostra incredulità. Maria ci incita ad imitare la vita dei santi, che hanno creduto e non sono stati delusi e ingannati. I santi, che attraverso la loro vita ci parlano anche oggi, ci testimoniano che è possibile, nonostante tutto, rimanere sulla strada di Dio e vincere ogni male con Dio. Non dimentichiamo questo grande dono e questa grande grazia che Dio ci dà attraverso la Vergine Maria e la sua presenza qui e oggi tra noi.

INFORMAZIONI
La veggente Mirjana, che ha una annuale apparizione della Madonna ogni 18 marzo, incontra la Madonna anche ogni 2 del mese; così ha avuto l’apparizione della Vergine Maria il 2 settembre di quest’anno e la Vergine, nella conversazione avuta con la veggente Mirjana, ha detto: “Voi sapete che ci raduniamo perché vi aiuto a conoscere l’amore di Dio”. La veggente ci ha riferito che la Madonna ha parlato anche dei tempi futuri e ha aggiunto: “Io vi raduno sotto il mio manto materno, per aiutarvi a conoscere l’amore di Dio e la sua grandezza. Figli miei, Dio è grande. Grandi sono le sue opere. Non ingannate voi stessi, perché non potete fare neanche un passo senza di Lui, figli miei. Andate e testimoniate il suo amore. Io sono con voi. Vi ringrazio”.

La festa dell’esaltazione della Santa Croce nella parrocchia di Medjugorje si svolge sul monte della Croce che si chiama Krizevac e tradizionalmente si celebra la prima domenica dopo la festa della natività di Maria. A Medjugorje la Vergine Maria ci invita costantemente a pregare davanti alla Croce e a venerare la Croce di Cristo. Anche quest’anno numerosi pellegrini locali e stranieri hanno risposto alla sua chiamata. Una moltitudine di pellegrini è venuta al Santuario. Tanti sono arrivati a piedi durante la notte e alle prime ore del mattino. Alle 10 è iniziata la preghiera del Rosario e alle 11 la santa Messa sotto la grande Croce del Krizevac.

Il 7° seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario sarà: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni al seguente indirizzo e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr oppure a mezzo telefono e fax 00387-36-651999.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
O beata Vergine Maria, Regina della Pace, Tu che sei con noi non soltanto oggi, ma anche lungo tutti questi 25 anni; Tu che sei con la Chiesa del Tuo Figlio, Tu che sei Madre della Chiesa, di tutta la storia della Chiesa; Tu, o Maria, che non ci dimentichi mai, prega per noi; che anche noi non dimentichiamo mai Te. Ti preghiamo, o Maria, soprattutto per le nostre famiglie: visita le nostre case, le nostre famiglie, tutte le coppie, tutti i giovani, tutti i cuori, perchè possano accogliere Te, come ti ha accolto Santa Elisabetta e ti ha riconosciuto come Madre del Salvatore. Prega Tu o Maria, che sei piena di grazia, perchè possiamo sentire, assaggiare, incontrare Gesù e incontrare il Tuo Cuore immacolato.

Per intercessione della Beata Vergine Maria, benedica tutti voi, le vostre famiglie e tutti i gruppi di preghiera e vi protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene a tutti.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 2 SETTEMBRE 2006 a Mirjana

“Io vi raduno sotto il Mio manto materno, per aiutarvi a conoscere l'Amore di Dio e la Sua grandezza. Figli Miei, Dio è grande. Sono grandi le Sue opere. Non ingannatevi che potete fare senza di Lui neanche un passo, figli Miei. Andate e testimoniate il Suo Amore. Io sono con voi. Vi ringrazio.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 1 SETTEMBRE 2006 a Ivan

“Cari figli in modo speciale anche oggi la Madre vi invita: cari figli, riportate la preghiera nelle vostre famiglie. Pregate, cari figli, nelle vostre famiglie; che con la preghiera ritorni la Pace l'Amore e la gioia. La Madre prega con voi, pregate cari figli! Grazie perchè avete risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 28 AGOSTO 2006 a Ivan

“Cari figli, anche oggi vi invito: pregate secondo le Mie intenzioni, pregate, pregate, pregate. La Madre pregherà per voi e intercederà presso il Suo Figlio per voi. Grazie, cari figli, perchè avete risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 AGOSTO 2006

“Cari figli, anche oggi vi invito: pregate, pregate, pregate. Solo nella preghiera sarete vicino a Me e a Mio Figlio e vedrete come è breve questa vita. Nel vostro cuore nascerà il desiderio del Cielo. La gioia comincerà a regnare nel vostro cuore e la preghiera scorrerà come un fiume. Nelle vostre parole ci sarà solo gratitudine verso Dio perchè vi ha creati, e il desiderio di santità diventerà per voi realtà. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

NDurante tutti questi anni delle apparizioni, la Vergine Maria non ha desistito, il Suo amore non è diminuito, le Sue parole non sono cambiate. La Madonna non ha bisogno di cambiarsi, perché è tutta immersa nell’amore di Dio, perché è piena di grazia. Quello che Lei vuole è farci avvicinare a Dio, perchè solo Lui ci può convertire, cambiare e farci santi; cioè solo Lui può farci sani, liberi e normali. Le parole della Vergine Maria sono esigenti, nonostante che ci possa sembrare di averle sentite tante volte. Solo i piccoli e gli umili hanno capito e compreso quello che diceva Gesù.

Così anche i messaggi della Madonna che sono profondi, evangelici e semplici, possono essere capiti dai piccoli e dagli umili che sono aperti alle parole della Madre e del suo Cuore che ama. Anche in questo messaggio, come anche in tanti messaggi, ci ripete tre volte: “Pregate, pregate, pregate!”. Come una madre che ripete al suo figlio la cosa che è tanto importante perchè sia impressa nella mente e nel cuore del figlio. Maria non conosce un’altra strada e un altro mezzo che ci possa avvicinare a Dio. Per questo ripete tante volte l’invito alla preghiera in tutti questi anni. Il senso della preghiera non è prima di tutto informare Dio sulla situazione che viviamo, ma il senso della preghiera è la trasformazione del nostro cuore, come ci spiega anche la Madonna in questo messaggio che ci ha dato. “Solo nella preghiera” ci dice la Vergine Maria: non c’è altro mezzo. Se qualcuno vi dicesse che esiste un altro mezzo che vi può avvicinare a Dio, non credetegli.

La preghiera ci aiuta ad aprirci, ci rende umili e ci aiuta a capire che siamo creature e che in tutto dipendiamo dal nostro Creatore, dal nostro Padre. Senza Dio non esistiamo, non viviamo, non c’è la vita in noi, come dice Gesù. La preghiera non è una magia, ma un incontro con l’Altro, scritto con l’A maiuscola: un incontro con Dio, col Padre. Perché nella preghiera non portiamo a Dio i nostri interessi, ma portiamo noi stessi con tutto quello che siamo e che abbiamo. La preghiera migliore è la preghiera sincera, è la preghiera del cuore. Tanti mi chiedono: “Come pregare col cuore?”. La preghiera col cuore comincia con la sincerità. Dire a Gesù, dire a Dio: “Non so pregare col cuore. Non posso aprire il cuore. Non so neanche aprirlo. Non so neanche perché si è chiuso”. Questa diventa la preghiera sincera e la preghiera col cuore. Sappiamo bene che non è facile pregare, che non è facile cominciare a pregare, deciderci per la preghiera. Ma quando abbiamo vinto questa difficoltà iniziale, dopo ci sentiamo leggeri, liberi, gioiosi.

Questo mondo nel quale viviamo, la nostra natura umana che è ferita dal peccato originale e il diavolo, cercano di convincerci che la preghiera è inutile. Invece la Madonna dice diversamente in questo suo messaggio: “Solo nella preghiera sarete vicini a Me e a mio Figlio e comprenderete come è breve questa vita”; che pertanto conviene lottare per il bene, fare il bene, amare e perdonare, fare quello che rimarrà anche per l’eternità. “Nel vostro cuore nascerà il desiderio del Cielo, la gioia comincerà a regnare nel vostro cuore e la preghiera scorrerà come un fiume. Nel vostro cuore ci sarà solo gratitudine verso Dio, perché vi ha creati”: il nostro Dio, che non è soltanto il nostro Creatore, ma anche il nostro Padre. Maria come Madre desidera che conosciamo quella gioia che nessuno e niente ci più dare: solo Dio.

La nostra fede ci insegna, l’esperienza ci conferma e noi crediamo che tutto ci è stato donato da Dio, ci è stato donato nell’amore e con amore. Tutto è inutile se dal nostro cuore non esce un grazie a Dio per tutto. Grazie anche per le difficoltà e per le croci, che finiranno nella risurrezione. Preghiamo per diventare coscienti di quanto siamo amati dal nostro Dio, che è Padre.

INFORMAZIONI
Il 17° Festival internazionale di preghiera dei giovani si è svolto a Medjugorje dal 1° al 6 agosto. Tema di quest’anno è stato: “Lampada per i miei passi è la Tua parola, luce sul mio cammino”, in armonia col tema che il Santo Padre Benedetto XVI° ha dato ai giovani per la giornata mondiale per la gioventù di quest’anno, che si è tenuta nelle Chiese locali la Domenica delle Palme. Circa 30.000 giovani da tutto il mondo si sono riuniti a Medjugorje per incontrare Gesù nella scuola di pace e di gioia di Maria. Sono venuti da tutti i continenti e da tutte le parti del mondo. Le bandiere di circa 50 Paesi hanno sventolato al ritmo dei canti. Il 17° Festival dei giovani è iniziato il 1° agosto con il Rosario serale e la S. Messa presso l’altare esterno della chiesa parrocchiale di S. Giacomo, ed è terminato il 6 agosto con il Rosario e la Messa dell’aurora intorno alla croce sul monte Krizevac. L’inizio è stato contraddistinto da giovani di circa 40 Paesi che, prima dell’inizio dell’Adorazione eucaristica, hanno salutato nelle loro lingue i giovani riuniti per questo incontro. Il 7° seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario sarà: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni al seguente indirizzo e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr, oppure a mezzo telefono e fax 00387-36-651999. Anche stasera, come ogni 25 del mese, cominciando dall’anno eucaristico, qui nella chiesa parrocchiale ci sarà l’adorazione eucaristica per tutta la notte, a iniziare dalle ore 22.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
Vergine Maria, Regina della pace, Tu ci hai detto: “Vengo a voi come Madre che vi mostra quanto Dio, vostro Padre, vi ama”. Preghiamo Te e con Te, o Maria, perché i nostri cuori, le nostre famiglie e soprattutto i giovani possano conoscere, sentire, sperimentare il vero amore che ci viene dal cuore di Dio nostro Padre. Ti preghiamo, o Maria, soprattutto per i giovani che cercano amore e gioia nei posti dove non c’è amore e non c’è gioia. Cerca, o Maria, attraverso di noi e trova i giovani, tutti quelli che si sono perduti. Desideriamo essere le Tue mani, i Tuoi piedi, il Tuo Cuore, perché su questa terra possiamo portare Dio, il Suo amore, il Suo regno, che è presente in questo mondo.

Per intercessione della Beata Vergine Maria, Regina della pace, nostra Madre, vi benedica e protegga da ogni male tutti voi, le vostre famiglie e tutti i gruppi di preghiera Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene a tutti.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 11 AGOSTO 2006 a Ivan

“Cari figli, anche oggi vi invito a pregare per la Pace, pregate per la Pace nel mondo, pregate per la Pace nelle vostre famiglie! Grazie, cari figli, perché avete risposto alla Mia chiamata!”

Stampa il messaggio

Messaggio del 4 AGOSTO 2006 a Ivan

“Cari figli anche oggi la Madre con serietà vi invita: pregate, cari figli, per la Pace. Pace, Pace, Pace! Che sia la Pace, cari figli! La Madre intercede presso Suo Figlio per ciascuno di voi, la Madre prega per ciascuno di voi. Pregate insieme con la Madre, specialmente in questo tempo, per la Pace. Grazie, cari figli, perchè avete risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 AGOSTO 2006 a Mirjana

“Cari figli, in questi tempi inquieti, Io vengo a voi per mostrarvi la Via verso la Pace. Vi Amo con Amore immenso e desidero che anche voi vi amiate gli uni gli altri e che in tutti vediate il Mio Figlio, l' Amore immenso. La Via verso la Pace passa solo, solo tramite l'Amore. Date la mano a Me, alla vostra Madre e permetteteMi di guidarvi. Io sono la Regina della Pace. Vi ringrazio.”

Mirjana ha aggiunto che alla fine dell'apparizione, dopo tanto tempo, ha visto aprirsi il cielo e poi ha visto la croce, il cuore e il sole.

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 LUGLIO 2006

“Cari figli, in questo tempo non pensate solo al riposo del vostro corpo ma, figlioli, cercate tempo anche per l’anima. Che nel silenzio lo Spirito Santo vi parli e permetteteGli di convertirvi e cambiarvi. Io sono con voi e davanti a Dio intercedo per ognuno di voi. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

La Vergine Maria, che è nostra Madre e cammina con noi, pensa a noi e ci invita instancabilmente. In questo tempo quando molti pensano alle vacanze per riposarsi e vanno in vacanza, la Vergine Maria ci invita alle vere vacanze delle quali ogni persona ha bisogno. Anche Gesù dice ai suoi discepoli, dopo che sono tornati dal viaggio missionario: “Venite in un luogo solitario e riposatevi un po’ ” (Mc. 6,31). L’uomo ha bisogno di riposarsi. La vita consiste nel lavoro e nel riposo. L’uomo non si stanca tanto del lavoro anche se è pesante; l’uomo prima di tutto si stanca a causa di una vita disordinata, smoderata, di una vita senza ordine. La Vergine Maria sa bene che l’uomo non possiede soltanto il corpo, ma anche l’anima.

Ci inganniamo se pensiamo che soltanto il corpo è stanco e che soltanto il corpo ha bisogno di riposare. Molti, purtroppo, dalle vacanze tornano più stanchi di prima e così devono riposarsi dalle vacanze. Questo succede perché lo spirito dell’uomo non si è riposato e non si è riempito con la forza di Dio. Un riposo pieno per l’anima, spirito e corpo, è essere nel silenzio e nella pace. La vera pace, il vero silenzio non è assenza dei suoni e dei rumori; il vero silenzio è la pace dai peccati e dalle colpe, è la libertà dalle parole sporche, è nel lasciare i pensieri negativi, è nel perdonare a tutti, quando ci pentiamo per i peccati e decidiamo di cambiare vita e vivere diversamente. Gesù ci invita: “Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e Io vi ristorerò”; “Chi ha sete venga e beva chi crede in Me”.
Il vero riposo è la preghiera allo Spirito Santo che aiuti la nostra anima, perché Lui stesso, lo Spirito, venga a noi e ci consoli, ci cambi e ci converta. Il vero riposo sono i momenti quando ci uniamo con Dio che tiene nella Sua mano la nostra vita. Il vero riposo è l’incontro con la propria anima. Perciò abbiamo bisogno di momenti nei quali dobbiamo soffermarci, perché la nostra anima possa incontrarci. Il riposo non vuol dire non lavorare. Le vacanze e il riposo sono il lavoro del cuore e dell’anima. Nelle vacanze permettiamo allo spirito di rafforzarci e di riempirci. Molti pensano che nelle vacanze dobbiamo riposarci anche dalla preghiera, dalla S. Messa, da Dio.

A causa di questo, molti non tornano riposati e nella pace. Purtroppo molti passano le proprie vacanze riposando solo il corpo e vivendo nei rumori di questo mondo che ci riempie con i contenuti che ci sporcano e ci stancano. La Madre Maria invita noi, che siamo i suoi figli, di cercare il tempo per l’anima e di cercare gli spazi del silenzio, perché lo Spirito Santo possa in noi riposare tutto ciò che è stanco, guarire ciò che è ferito, rafforzare ciò che è debole. Se sappiamo amarci come ci ama Maria, allora ascolteremo e ubbidiremo a quello che ci dice. Maria ci invita nell’amore materno con un cuore che non cessa di parlare, amare e soffrire a causa di noi e per noi. Che lo Spirito Santo con la sua luce e potenza visiti la nostra vita, perché possiamo sperimentare le vere vacanze e la vera pace che solo Dio ci dà.

INFORMAZIONI
Dal 3 all’8 luglio 2006 ha avuto luogo a Medjugorje l’11° ritiro internazionale per i sacerdoti che ha riunito 250 sacerdoti di 25 Paesi del mondo ed è stato tradotto simultaneamente in 10 lingue. Il tema di quest’anno è stato: “La spiritualità del sacerdote”. I relatori sono stati: prof. Klaus Berger, Fra Ivan Dugandzic, Fra Tomislav Pervan. Da differenti punti di vista essi hanno parlato della spiritualità del sacerdozio, della Chiesa, dell’Eucaristia, del significato delle apparizioni e dei messaggi della Madonna, del ruolo e della responsabilità dei sacerdoti nell’evangelizzazione della Chiesa e del mondo. Prima della S. Messa finale i partecipanti hanno condiviso le loro impressioni, le esperienze ed anche le proposte per il prossimo incontro. Molti di loro hanno dato un bilancio positivo a questo incontro dicendo che qui a Medjugorje, come in nessun altro luogo al mondo, hanno avvertito un’atmosfera di preghiera. Uno di loro ha detto: “Quando i pellegrini vanno in Terra Santa parlano delle piacevoli sensazioni e delle impressioni positive, ma qui a Medjugorje parlano del loro desiderio di conversione, di cambiare vita, di camminare sulla via della santità”. Molti di loro hanno sottolineato la bontà dei parrocchiani che li hanno accolti amichevolmente nelle loro case durante questo seminario. Alla S. Messa conclusiva hanno partecipato anche le famiglie che hanno ospitato i sacerdoti nelle loro case. Alla fine della Messa i sacerdoti hanno fatto la Consacrazione alla Beata Vergine Maria e, in segno di ringraziamento, hanno dato una speciale benedizione alle famiglie di questa parrocchia che li hanno ospitati, pregando per la loro perseveranza nel cammino di testimonianza nella presenza di Nostra Signora in questo luogo. Anche questa sera, come ogni 25 del mese, ci sarà l’adorazione per tutta la notte in silenzio davanti a Gesù nel Ss. Sacramento.

Il 7° seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario sarà: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni al seguente indirizzo e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr oppure a mezzo telefono e fax 00387-36-651999.

Il 17° incontro internazionale dei giovani - “MLADI FEST” - si svolgerà a Medjugorje dal 1° al 6 agosto 2006. Il tema dell’incontro è: “Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino”. Il tema è stato preso dal messaggio della Madonna del 25 gennaio 2006: “Cari figli, testimoniate con la vostra vita che credete e vivete la parola di Dio”.

La veggente Mirjana ha, ogni 2 del mese, l’apparizione della Madonna. Così il 2 luglio 2006, attraverso la veggente Mirjana, la Madonna ha dato il seguente messaggio: Cari figli, Dio vi ha creati con la libera volontà perché conosciate e scegliate la vita o la morte. Io, come Madre, con amore materno, desidero aiutarvi nella conoscenza e nella scelta della vita. Figli miei, non ingannatevi con la falsa pace e la falsa gioia. Permettete, figlioli miei, che vi mostri la vera via, la via che vi conduce alla vita, al mio Figlio. Vi ringrazio”.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
O Vergine Maria, Regina della pace, noi ti ringraziamo come tuoi figli. Rendi i nostri cuori grati e puri come puro e immacolato è il tuo cuore materno che ci ama e ci invita instancabilmente. Tu, o Maria, che sei Sposa dello Spirito Santo, che hai permesso a Dio di benedirti, di guidarti sulle vie di questa terra, di questo mondo, Ti preghiamo: o Maria, prendici per mano e guidaci, conduci noi a Tuo Figlio, perché solo Lui può riposare i nostri cuori, che sono stanchi dai peccati, dalle colpe, dalle paure.

E per intercessione tua, o Maria, ci benedica Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene

Padre LjuboKurtovic

Messaggio del 14 LUGLIO 2005 a Ivan

“Pace, Pace, Pace cari figli, pregate con la Madre per la Pace nel mondo!”

Stampa il messaggio

Messaggio del 7 LUGLIO 2005 a Ivan

“Cari figli, anche oggi vi invito, specialmente durante questo tempo pregate nelle vostre famiglie. Cari figli, riportate la preghiera nelle vostre famiglie, pregate insieme con i figli. Cari figli, che ogni vostra famiglia cresca così nella santità. Grazie cari figli perché avete risposto alla mia chiamata.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 LUGLIO 2005 a Mirjana

“Cari figli, Dio vi ha creato con la libera volontà perché conosciate e scegliete la Vita o la Morte. Io come Madre, con Amore materno, desidero aiutarvi nella conoscenza e nella scelta della Vita. Figli Miei, non ingannatevi con la pace falsa e la gioia falsa. Permettete figlioli Miei, che Io vi mostri la vera Via, la Via che conduce alla Vita: a Mio Figlio. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


25° ANNIVERSARIO


Messaggio del 25 GIUGNO 2006

“Cari figli, con grande gioia nel mio cuore vi ringrazio per tutte le preghiere che avete offerto per le mie intenzioni, in questi giorni. Sappiate, figlioli, non vi pentirete nè voi, nè i vostri figli. Dio vi ricompenserà con grandi grazie e meriterete la vita eterna. Io vi sono vicino e ringrazio tutti coloro che, durante questi anni, hanno accettato i miei messaggi, li hanno trasformati in vita e hanno deciso per la santità e la pace. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

Guardando oggi indietro per 25 anni nello spirito e nel cuore, con la fede, vediamo le grandi grazie che sono scese in tutti i cuori aperti per mezzo della Vergine Maria. In noi c’è gratitudine al Padre celeste che non ha dimenticato il suo popolo, la Chiesa del suo Figlio Gesù, mandandoci la Madre del suo Figlio e la nostra Madre. Dietro di noi ci sono 25 anni di apparizioni della Madonna, 25 anni di vicinanza e di amore della Madre, 25 anni di grazia col cielo aperto sopra questo posto. Nel nostro cuore spontaneamente nascono le parole di S. Elisabetta: “A che debbo che la Madre del mio Signore venga a me?”. Molte volte Maria ci diceva: “Dio mi ha permesso di rimanere tanto tempo con voi… Io rimarrò con voi finchè l’Altissimo mi permette… Sono venuta per aiutarvi perché voi non potete da soli….”. La Madre desidera aiutare i suoi figli. Lei non ci invita soltanto alla conversione, Lei ci invita perché lei, la Madre, ci accompagna a Gesù, che è la fonte della redenzione. Amare Maria, credere in Maria, significa di nuovo ritornare ai piedi della croce di suo Figlio, significa venire alla fonte della grazia e della redenzione, significa sentire, sperimentare la verità delle parole di Gesù: “Chi ha sete venga a me e beva chi crede in me”. Come dice la Scrittura: “Fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno”. E infatti fiumi di acqua viva hanno sgorgato dal cuore di Gesù e hanno lavato molti cuori contriti e pentiti nei sacramenti della Confessione e dell’Eucarestia qui a Medjugorje. Per tutte le grazie possiamo essere grati al Signore e a Maria che viene qui. A noi spetta in questo 25° anniversario chiederci se siamo diventati più santi, se abbiamo lasciato la via del peccato e quanto ci siamo incamminati sulla via della santità e della conversione. S. Francesco alla fine della sua vita diceva ai suoi fratelli: “Non abbiamo fatto niente fino ad ora; cominciamo dall’inizio”. E così ci sentiamo e diciamo anche noi.

La Beata Vergine Maria oggi viene a noi con grande gioia nel suo cuore, viene a noi dalla gloria e dalla pienezza della vita. La Madre Maria ringrazia per tutte le preghiere, ringrazia tutti quelli che hanno creduto in Lei e l’hanno accolta come Madre e avvocata sulla strada della vita. “Non vi pentirete” ci dice Maria. Nessuno è stato ingannato da Lei, nessuno è rimasto deluso da coloro che hanno creduto alla sua presenza e alle parole dei suoi messaggi che ci da qui. Non viene per rubarci qualcosa o per privarci delle gioie della vita. Soltanto con Dio possiamo essere felici, Dio ci ricompenserà per tutto quello che noi abbiamo fatto, donato e sacrificato a Lui. La Vergine Maria ringrazia tutti quelli che hanno accettato i suoi messaggi, cioè tutti quelli che hanno ubbidito e hanno messo in pratica le sue parole. Purtroppo succede che sentiamo le parole, ma non le mettiamo in pratica nella nostra vita. E’ lo stesso come avere il seme nella tasca, ma non lo mettiamo in terra perché possa crescere e portare frutto. Così può succedere lo stesso con le parole di Gesù e della Madonna. Perciò Maria ci dice in molti messaggi: “Vivete i miei messaggi, metteteli in pratica e testimoniateli con la vostra vita”.

Se non facciamo così, siamo simili a quell’uomo del quale ci parla Gesù nel Vangelo: “Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, è simile ad un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa e essa cadde e la sua rovina fu grande”. Ed è così anche con le parole della Vergine Maria che ci da qui. I suoi messaggi sono Vangelo raccontato con parole semplici, con parole materne, con il suo cuore che ama. Avviciniamoci a Maria con fede e amore perché la casa della nostra vita, la casa delle nostre famiglie siano costruite sulla pietra
.
Informazione
La veggente Ivanka, che ha l’apparizione una volta all’anno, ogni 25 giugno, ha avuto oggi la sua regolare apparizione della Madonna. L’apparizione è durata 7 minuti nella sua casa. All’apparizione era presente la famiglia di Ivanka: suo marito ed i suoi 3 figli. La Vergine ha dato il seguente messaggio:

“Cari figli, vi ringrazio per aver risposto alla Mia chiamata. Pregate, pregate, pregate”.

Come ci ha detto la veggente Ivanka, la Madonna era gioiosa ed ha parlato ad Ivanka del 7° segreto. Moltissimi sono i pellegrini e più di 300 i sacerdoti presenti oggi e in questi giorni a Medjugorje per il 25° anniversario delle apparizioni della Madonna. Da quasi tutte le parti del mondo oggi sono presenti i pellegrini in questo posto, dove la Madonna è apparsa la prima volta il 24 giugno 1981 e appare ancora. Ieri si è tenuta la marcia della pace alla quale hanno partecipato moltissimi pellegrini pregando per la pace nelle famiglie e nel mondo. Ieri sera c’è stata l’adorazione davanti a Gesù nel Santissimo Sacramento dalle 22 alle 24, che poi è continuata in silenzio per tutta la notte in chiesa. Il 7° seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario è: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni al seguente indirizzo e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr oppure a mezzo telefono e fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic. Il 17° incontro internazionale dei giovani - “MLADI FEST” - si svolgerà a Medjugorje dal 1° al 6 agosto 2006. Il tema dell’incontro è: “Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino”. Il tema è stato preso dal messaggio della Madonna del 25 gennaio 2006: “Cari figli, testimoniate con la vostra vita che credete e vivete la parola di Dio”.

Preghiera e benedizione
O Beata Vergine Maria, Regina della pace, oggi, 25° anniversario delle tue apparizioni Ti ringraziamo per tutto il Tuo amore materno, per tutte le grazie, per le benedizioni, per tante conversioni, per le guarigioni dei cuori da tante ferite, per tutti i pellegrini che in questo posto cercano Dio attraverso di Te, o Maria, per Tuo mezzo e per la Tua intercessione. Ti affidiamo, o Maria, la Chiesa del Tuo Figlio Gesù, perché Tu sei Madre della Chiesa. Affidiamo a Te, o Maria, tutte le nostre famiglie che hanno bisogno della pace, tu che sei Regina della pace; e Tu, o Maria, che sei Madre del Re della pace, intercedi per noi. Ti ringraziamo perché non Ti sei stancata di noi. Prega o Maria con noi e per noi perché anche noi non ci stanchiamo mai e non desistiamo dalla strada della conversione e della santità.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 23 GIUGNO 2006 a Ivan

“Cari figli, anche oggi la Madre gioisce con voi. Sono venuta, Mi sono presentata come “Regina della Pace”. Perciò anche oggi vi invito pregate per la Pace. Rinnovate i Miei messaggi, vivete i Miei messaggi. Pregate cari figli pregate! Grazie, cari figli, perché avete risposto alla Mia chiamata!”

Stampa il messaggio

Messaggio del 25 GIUGNO 2006 a Ivanka


Ivanka ha avuto l’apparizione, durata 7 minuti, nella casa della sua famiglia. All’apparizione era presente soltanto la famiglia di Ivanka, suo marito ed i suoi tre figli. La Madonna era gioiosa e ha parlato del settimo segreto. La Madonna le ha affidato il seguente messaggio:

“ari figli, grazie per aver risposto alla Mia chiamata. Pregate, pregate, pregate.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 19 GIUGNO 2006 a Ivan

“Anche oggi la Madre vi invita con gioia. Oggi vi porto la Pace, portate questa Pace agli altri, siate cari figli portatori della Pace, vi porto l'Amore cari figli, portate questo Amore agli altri. Anche oggi vi invito cari figli durante questo tempo rinnovate i Miei messaggi, vivete i Miei messaggi. Grazie cari figli perché avete risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 GIUGNO 2005 a Ivan

“Cari figli, anche oggi la Madre vi invita, specialmente durante questo tempo: pregate per la santità, per la santità nelle famiglie. Cari figli, pregate insieme con i vostri figli nelle famiglie, rinnovate la preghiera familiare, questo è il tempo della grazia.Pregate pregate cari figli”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 MAGGIO 2006

“Cari figli, anche oggi vi invito a mettere in pratica e a vivere i Miei messaggi che vi do. Decidetevi per la santità, figlioli, e pensate al Paradiso. Solo così avrete la Pace nei vostri cuori che nessuno potrà distruggere. La Pace è un dono che Dio vi dà nella preghiera. Figlioli, cercate e lavorate con tutte le forze, affinchè la Pace vinca nei vostri cuori e nel mondo. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

La Beata Vergine Maria, nei suoi molteplici messaggi, ci ha ricordato l’importanza delle sue parole, rivolteci nel corso delle sue apparizioni. Ci ha detto: “Cari figli! Non siete coscienti di tutti i messaggi che vi do” (15.11.1984). “Vivete, accogliete ed ascoltate i miei messaggi” (21.3.1985). “Vi invito a vivere nell'umiltà tutti i messaggi che vi sto dando” (20.9.1985). «Rinnovate i messaggi che vi sto dando.» (26. 9. 1985.) “Se vivrete i messaggi, voi vivrete il seme della santità” (10.10.1985). “Il mio invito a vivere i messaggi che vi do, è quotidiano. In modo particolare, figlioli, vorrei avvicinarvi di più al Cuore di Gesù” (25.10.1988). “Leggete ogni giorno i messaggi che vi ho dato e trasformateli in vita” (25.12.1989). “Vivete i miei messaggi e mettete nella vita ogni parola che io vi do” (25.6.2002).

I messaggi della Madonna non sono nient’altro che il Vangelo espresso con parole più semplici, con il suo cuore materno. Si tratta di parole che tutti possono comprendere. Una cosa è certa: le intenzioni di Maria sono serie, non desidera certo prendersi gioco delle nostre vite.

La santità è l’obiettivo che Maria, nostra Madre, c’incita a raggiungere ed a vivere quotidianamente. Una mamma desidera sempre il migliore per i propri figli. Nel messaggio del 25.5.1987 ci dice: “Desidero che ognuno di voi sia felice qui sulla terra e che ognuno di voi sia con me in Cielo”. È certo che non è venuta tra noi per sottrarci qualcosa o per privarci delle felicità della vita. Lei sa bene che soltanto con Dio possiamo esser felici in questa nostra vita terrena. Lei è piena di grazia proprio perché è piena di Dio, che ci dona ed al quale ci guida.

San Paolo ci dice: “La nostra patria invece è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo” (Fil 3, 20). Maria, la nostra Madre Celeste, in questo messaggio desidera orientare i nostri cuori, invitandoci a pensare al paradiso. Nel paradiso, nel cielo, si entra oggi, qui, sulla terra, dipende da quale parte scegliamo di stare. Qui decidiamo se credere in Dio ed affidargli tutti i nostri affanni, oppure se dibatterci nell'angoscia.

L’esperienza ci dice quante siano le cose che rubano la pace all’uomo. Tante sono le fonti dell’inquietudine. Preoccupazioni, frenesia, smoderatezza, il non voler accettare se stessi e le situazioni della vita, sono soltanto alcune delle cause dell’inquietudine. Maria conosce bene le nostre paure, le inquietudini e le ansie. Per questo ci si rivolge con questo messaggio, proprio come nostra madre. “Manifesta al Signore la tua via, confida in lui: compirà la sua opera” (Sal 37, 5).

Questa è la strada per arrivare alla pace che solo Gesù può donarci. Egli ci dice: “E perché vi affanate, osservate gli uccelli del cielo ed i gigli del campo. Il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno (cfr. Mt 6). È sicuro che dobbiamo fare tutto quello che è nelle nostre possibilità, per poi affidarci a Dio, pieni di fiducia. Maria ci ha tante volte parlato, così come l’intera tradizione cristiana, dei mezzi per raggiungere la pace. Si tratta della preghiera e del digiuno. Essi non servono per apparire migliori agli occhi della gente. Lo scopo della preghiera e del digiuno è trovare un luogo nel proprio cuore dove stare a tu per tu con Dio. In noi c’è un luogo di silenzio in cui Dio governa. È il Regno di Dio in noi. In questo spazio cessano gli affani. Quando raggiungo la pace, Dio che è nel mio cuore, allora non devo più preoccuparmi d’essere all’altezza di soddisfare le aspettative degli altri. La gente, con le sue aspettative ed i suoi giudizi, non ha accesso nel luogo in cui Dio dimora in noi. Dio è davvero liberazione autentica dell’uomo dalle proprie preoccupazioni. Che le parole dei messaggi della Madonna ci conducano, anche oggi, a vivere l’esperienza della pace, a vivere l’esperienza dell’incontro con Dio.

P. Ljubo Kurtovic
Medugorje, 26 maggio 2006

Messaggio del 12 MAGGIO 2006 a Ivan

“Cari figli!Anche stasera vi invito a vivere i Miei messaggi. Cari figli non parlate della Pace ma iniziate a vivere la Pace; non parlate della preghiera ma iniziate a vivere la preghiera. Pregate, pregate, pregate, cari figli. Grazie cari figli perchè avete risposto alla Mia chiamata. !”

Stampa il messaggio

Messaggio del 5 MAGGIO 2006 a Ivan

“Cari figli, anche stasera vi invito alla santità, la santità nelle famiglie. Cari figli, dovete comprendere che non esiste la santità nella famiglia senza ritorno alla preghiera in famiglia. Per questo vi invito anche stasera: iniziate a pregare nelle vostre famiglie con i vostri figli. Che con la preghiera ritorni la Pace e la gioia. Grazie cari figli perchè avete risposto alla Mia chiamata. !”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 MAGGIO 2005 a Mirjana

“Cari figli, vengo a voi come madre,vengo col Cuore aperto ripieno d'Amore per voi.Purificate il vostro cuore da tutto ciò che vi impedisce di ricevermi così potrete conoscere l'Amore Mio e di Mio Figlio. Il Mio Cuore vuole vincere attraverso di voi e trionfare. Io vi invito a questo.”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 APRILE 2006

“Cari figli, anche oggi vi invito ad avere più fiducia in Me e in Mio Figlio. Lui ha vinto con la Sua morte e Risurrezione e vi invita ad essere, attraverso di Me, parte della Sua gioia. Voi non vedete Dio, figlioli, ma se pregate sentirete la Sua vicinanza. Io sono con voi e intercedo davanti a Dio per ognuno di voi. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

In questo messaggio la Madre celeste ci invita ad avere più fede e fiducia in Lei e in suo Figlio Gesù Cristo, nostro Salvatore. Tutti sentiamo e sappiamo quanto è importante la fiducia nella nostra vita. E’impensabile la vita qui sulla terra senza la fede e la fiducia degli uni negli altri. Abbiamo bisogno gli uni degli altri e, ancor più, abbiamo bisogno di Dio. L’uomo mortale non può dare la vita all’uomo mortale. Siamo creati ad immagine di Dio e siamo capaci anche di portare e donare l’amore di Dio agli altri. Ci aiutiamo portando il peso gli uni degli altri. Quando qualcuno ti è vicino, quando qualcuno è con te non hai paura di niente, invece se vivi e vai da solo allora sei debole, vulnerabile e mortale. All’inizio della creazione Dio, nostro creatore e Padre, ha detto: “Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che sia simile” (Gn 18). Anche Dio non è solo Dio, ma è anche nostro Padre e sono Tre in un'unica natura divina e noi siamo alcuni miliardi in un'unica natura umana.

Tra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo c’è infinito amore, fiducia, donazione. Noi qui sulla terra, purtroppo, abbiamo paura gli uni degli altri; ci uccidiamo, anche con le parole, ci odiamo gli uni e gli altri e non ci sopportiamo. Siamo creati ad immagine di Dio ed è evidente che questa immagine è deformata e bisogna restaurarla. Gesù, immagine del Dio invisibile, è venuto per restaurare questa immagine di Dio in noi; ha lasciato alla sua Chiesa tutti gli strumenti per così dire, per restaurare l’uomo, la società, l’umanità e la storia umana. Le apparizioni della Madonna sono uno dei mezzi che Dio ci dà per restaurare quello che è deformato in noi e in questo mondo. Nel messaggio di oggi la Vergine Maria ci invita “ad avere più fiducia”; abbiamo bisogno della fiducia non soltanto in Dio, ma anche degli uni negli altri. La nostra vita va a Dio solo attraverso gli altri: quanto amiamo gli altri, tanto amiamo Dio e niente di più. Senza la fede la nostra vita è minacciata. La diffidenza ci chiude agli altri e nella diffidenza ci difendiamo dagli altri. La realtà contraria alla fede non è l’ateismo, ma è la paura. L’uomo si sente minacciato e attaccato da tutti, sente che deve difendersi per proteggere la vita. La paura ci paralizza, invece la fede ci libera e guarisce. La fede non è qualcosa di astratto, nelle nuvole, la fede è vita. Un bambino non può vivere senza la fiducia nei suoi genitori. E Gesù ci dice: “...Se non diventerete come bambini, non entrerete nel regno dei cieli” (Mt. 18,3). Occorre avere fiducia in Dio come un bambino. Gesù ha detto: “La tua fede ti ha salvato, ti ha guarito. A chi crede tutto è possibile. Non abbiate paura”. Tante volte ha ammonito i suoi discepoli dicendo: “Uomini di poca fede, perché avete paura,?” Perché ci manca questa fiducia in Dio. In noi nascono tante paure, nervosismi, frustrazioni. La vita vissuta con tanti problemi, impegni, attivismi, senza i momenti nei quali incontrare Dio, ci porta alla malattia. Ci mancano i momenti di preghiera intensa con la quale cerchiamo le nostre radici, la nostra fonte della vita. Gesù ci invita anche oggi, attraverso la Sua e nostra Madre Maria, attraverso le sue apparizioni e i suoi messaggi. Gesù è vivo, risorto. Lui non è un defunto. Anche oggi ci direbbe: “credete a mia Madre, amatela come io l’ho amata, fate tutto quello che vi dice, per essere, attraverso Lei, parte della mia gioia”. “Voi non vedete Dio, figlioli, ma se pregate sentirete la sua vicinanza”, ci dice Maria. Dio è spirito e noi abbiamo lo spirito e le capacità spirituali per sentirlo o incontrarlo. Abbiamo le capacità di credere, amare e sperare; abbiamo la capacità di pregare, di dialogare con Dio attraverso la preghiera. Abbiamo la Madre Maria che è nostra avvocata e intercede presso Dio per noi. Lei è instancabile con noi e non vuole che ci addormentiamo spiritualmente. Come Madre non conta il numero delle sue apparizioni, dei suoi messaggi. Per Lei non è importante il numero, per Lei è importante ognuno di noi. Purtroppo noi siamo nella matematica, ma Lei è nell’amore. Cominciamo a credere e amare per poter conoscere e incontrare Dio, per poter diventare normali, guariti, sani e per poter conoscere non solo Dio, ma anche noi stessi e gli altri.

Informazione
La veggente Mirjana Dragicevic Soldo, come sapete ha l’apparizione annuale della Madonna il 18 marzo e, cominciando dal 2 agosto 1987, anche ogni 2 del mese. La Madonna attraverso la veggente Mirjana ha dato il messaggio il 2 aprile scorso:

“Cari figli! Vengo a voi perché desidero col Mio esempio mostrarvi l’importanza della preghiera per coloro che non hanno ancor conosciuto l’Amore di Dio. Domandatevi se Mi seguite. Figli Miei, non riconoscete i segni dei tempi! Non parlate di essi. Venite dietro a Me. Come Madre vi chiamo. Grazie perché avete risposto”.

L’11° Seminario internazionale per i sacerdoti si svolgerà a Medjugorje dal 3 all’8 luglio 2006. Il tema del seminario è: “La spiritualità del sacerdote”. Le adesioni possono essere inoltrate al numero di telefono e fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr. Il 7° Seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario è: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni all’indirizzo di cui sopra. Anche questa sera come ogni 25 del mese ci sarà l’adorazione notturna fino alle 7 del mattino. Il 16° Incontro internazionale dei giovani si svolgerà a Medjugorje dal 1° al 6 agosto 2006. Il tema dell’incontro è: “Lampada per i miei passi e la tua parola luce sul mio cammino”. Come dice la Vergine Maria nel suo messaggio del 25 gennaio 2006: “Cari figli, testimoniate con la vostra vita che credete e vivete la parola di Dio”. Il tema è in armonia con quello della 21° Giornata mondiale della gioventù che è stata celebrata il 9 aprile, Domenica delle palme, nelle chiese locali. Il Santo Padre ha indirizzato la sua parola ai giovani: “Sin d’ora, in un clima di incessante ascolto della parola di Dio, invocate cari giovani lo Spirito Santo, Spirito di fortezza e di testimonianza. Maria, presente nel cenacolo con gli Apostoli in attesa della Pentecoste, vi sia Madre e guida. Vi insegni ad accogliere la Parola di Dio, a conservarla e a meditarla nel vostro cuore, come Lei ha fatto durante tutta la vita. Vi incoraggi a dire il vostro “sì” al Signore vivendo l’obbedienza della fede. Vi aiuti a restare saldi nella fede, costanti nella speranza, perseveranti nella carità e sempre docili alla parola di Dio. Io vi accompagno con la mia preghiera mentre di cuore tutti vi benedico”.

Preghiera e benedizione
Beata Vergine Maria, Madre nostra, Regina della pace, Ti preghiamo: prendici per mano e insegnaci a credere in Gesù Cristo risorto e a credere in te, nostra Madre. Prega per noi, o Maria, perché non abbiamo il coraggio di abbandonarci a Dio come tu hai fatto. Guarda, o Maria, tutti noi, tutte le nostre famiglie, tutti quelli che si chiamano cristiani ma che hanno perso la fede in Gesù, che non conoscono il Suo cuore e il Suo amore. Prega per noi e con noi, o Maria, che non ci stanchiamo mai come tu non ti stanchi di noi. Perdona la nostra tiepidezza e la nostra indifferenza a tutto quello che tu ci dici. Incendia i nostri cuori d’amore, di fede e di speranza che, anche nei momenti più difficili della nostra vita, possiamo sperare e credere che Dio guida tutto al bene e che Gesù ha vinto la morte, il maligno, il peccato e anche il nostro peccato e la nostra morte.
Per intercessione della beata vergine Maria, benedica e vi protegga con la sua benedizione e pace Dio onnipotente: il Padree il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Fra Ljubo Kurtovic

Messaggio del 2 APRILE 2006 a Mirjana

“Cari figli! Vengo a voi perché desidero col Mio esempio mostrarvi l’importanza della preghiera per coloro che non hanno ancor conosciuto l’Amore di Dio. Domandatevi se Mi seguite. Figli Miei, non riconoscete i segni dei tempi! Non parlate di essi. Venite dietro a Me. Come Madre vi chiamo. Grazie perché avete risposto”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 MARZO 2006

“Coraggio figlioli! Ho deciso di guidarvi sulla via della santità. Rinunciate al peccato e incamminatevi sulla via della Salvezza, la via che ha scelto Mio Figlio. Attraverso le vostre tribolazioni e sofferenze Dio troverà per voi la via della gioia. Perciò, figlioli, pregate. Noi vi siamo vicini col Nostro Amore. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

La Vergine Maria, come vera Madre, di solito comincia i suoi messaggi rivolgendosi a noi con le parole “Cari figli”; il messaggio di oggi invece comincia con “Coraggio figlioli”. La Madre vuole incoraggiarci, vuole svegliare, incitare i suoi figli sulla via della santità, come se volesse dirci: “Figlioli, non abbiate paura, non abbiate paura a desiderare di diventare giorno per giorno più santi e di camminare sulla via della santità; non abbiate paura dei vostri peccati, delle vostre debolezze, perché Dio è più forte di tutto ciò che vi impaurisce”. La Madonna non si accontenta della nostra mediocrità. Ogni cristiano è chiamato alla santità, non soltanto alcuni che sono prescelti, così come pensiamo noi. La vergine Maria ci ricorda la Sacra Scrittura perché non la dimentichiamo. S. Paolo dice: “Questa è la volontà di Dio: la vostra santificazione” (1^ Tess. 4,3). Anche nella lettera agli Efesini, dice: “In Lui ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi e immacolati al suo cospetto nella carità” (Efes. 1,4).

La Madonna è radicale con noi, come è radicale Gesù quando dice: “Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste” (Mt. 5,48). Ci può sembrare che Maria sia troppo radicale ed esigente con noi. Non dobbiamo spaventarci, dobbiamo credere ed osare a credere in Dio, al quale tutto è possibile. A Dio è possibile anche farci santi se glielo permettiamo e se siamo umili nel credere che Lui lo può fare. Colui che pensa di non poter diventare santo è un orgoglioso. L’orgoglio consiste nel pensare che possiamo diventare santi soltanto con le nostre forze. Per diventare santi occorre l’umiltà. L’umile è colui che, come un bambino, permette che Dio lo faccia santo. L’umile è colui che si abbandona a Dio e permette che Dio lo faccia come lo ha pensato e come lo ha immaginato. Questa è umiltà. Non siamo capaci di diventare santi con le nostre forze: l’unica cosa che ci rimane è abbandonarci a Dio. Noi non salviamo il mondo, ma lo salva Dio attraverso di noi. Io non posso diventare santo e farmi santo con le mie forze, ma Dio lo può. A me spetta di permetterglielo. Qui ci vuole l’umiltà; e sono meravigliose le parole di Gesù quando dice: “A colui che crede tutto è possibile”. Ciò significa che, se credo di poter diventare santo, allora lo diventerò. D’altra parte noi poniamo ostacoli a Dio perché crediamo che possiamo essere soltanto cristiani un po’ migliori e nient’altro. In altre parole, noi siamo aperti a Dio soltanto per questo “poco”. La volontà di Dio è invece la nostra santificazione. Ci chiediamo: perché non siamo santi? Perché questa non è la nostra volontà; perché abbiamo una diversa opinione di noi stessi. Viviamo in questo mondo segnato dal peccato e in questo mondo nessuno di noi può dire che è senza peccato. Ognuno di noi ha bisogno di purificarsi. Come ogni mattina abbiamo bisogno di lavarci, così abbiamo bisogno di lavare la nostra coscienza dai peccati. Il credente è colui che riconosce questa realtà. Ad ognuno di noi è difficile riconoscere che abbiamo peccato. Abbiamo paura che, con il riconoscimento dei propri peccati, perderemo la dignità; ma la verità è che soltanto coloro che riconoscono e confessano i propri peccati diventano puri. La prima lettera di Giovanni ci insegna che siamo nella luce quando vediamo e confessiamo i propri peccati (cfr 1^ Giov. 1,8). Riconoscere i peccati significa riconoscere la verità di noi stessi. Quando riconosciamo la verità di noi stessi, entriamo in Colui che è verità e diventiamo puri. I peccati non si possono diversamente distruggere se non riconoscendoli; e così, nel sangue di Gesù, saranno distrutti. Dobbiamo riconoscere i peccati. Come dice la vergine Maria in questo messaggio:

“Rinunciate al peccato e incamminatevi sulla via della salvezza, la via che ha scelto mio figlio Gesù”. Su questa via ci aiuta la preghiera come il mezzo più forte che esiste, perchè ci lega a Dio. Nella maggioranza dei suoi messaggi la vergine Maria, come Madre, ci invita alla preghiera e in questo messaggio ci assicura, ci incoraggia dicendo: “Le vostre tribolazioni e sofferenze, se sono vissute in Dio, non sono inutili. Ogni tribolazione, ogni sofferenza vostra vissuta in Dio, alla fine sarà da Lui guidata e trasformata in gioia, quella gioia che può donare solo Dio, solo mio Figlio”. Maria e Gesù ci sono vicini. La Madre non si può mai dividere dal Figlio, sono con noi come sicurezza e incoraggiamento per la nostra vita. Così la vergine Maria alla fine di questo suo messaggio ci dice: “Noi vi siamo vicini, io e il mio Figlio vi siamo vicini, col nostro amore”.

Informazione
Come sapete, la veggente Mirjana Dragicevic Soldo ha avuto le apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982 e in occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il 10° segreto, la Vergine le disse che per tutta la vita avrebbe avuto l’apparizione annuale il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni. Oltre a queste apparizioni annuali, Mirjana ha anche le apparizioni ogni 2 del mese, cominciando dal 2 agosto 1987. Sabato 18 marzo più di tremila pellegrini si sono radunati per recitare il Rosario presso la Comunità Cenacolo qui a Medjugorje. L’apparizione è iniziata alle 13,59 ed è durata fino alle 14,04. La Vergine ha dato il seguente messaggio:

“Cari figli, in questo tempo quaresimale vi invito alla rinuncia interiore. La strada che vi conduce a questa rinuncia passa attraverso l’amore, il digiuno, la preghiera e le opere buone. Solo con una totale rinuncia interiore riconoscerete l’amore di Dio e i segni del tempo in cui vivete. Sarete testimoni di questi segni e comincerete a parlare di essi. A questo desidero condurvi. Grazie per avermi risposto”.

L’11° seminario internazionale per i sacerdoti si svolgerà a Medjugorje dal 3 all’8 luglio 2006. Il tema del seminario è: “La spiritualità del sacerdote”. Le adesioni possono essere inoltrate al numero di telefono e fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr. Il 7° seminario internazionale per coppie sposate si terrà a Medjugorje dal 1° al 4 novembre 2006. Il tema del seminario è: “La famiglia chiamata al perdono e alla santità”. Si raccomanda di portare con sé cuffiette e radiolina con frequenze FM e Bibbia. Il seminario si svolgerà nel salone accanto alla chiesa. E’ possibile inviare le proprie adesioni all’indirizzo come sopra. Il numero dei partecipanti è limitato per esigenze di spazio, pertanto vi invitiamo ad inviare le vostre adesioni quanto prima e al più tardi entro la fine si settembre. Inoltre invitiamo tutte le coppie che parteciperanno al seminario a trovarsi un alloggio a Medjugorje.
Preghiera e benedizione
O vergine Maria, Regina del cielo e della terra, Madre di tutti i popoli, ti preghiamo: non lasciarci soli su questa terra, in questa valle di lacrime, dove spesso ci sentiamo persi, disperati e stanchi. Ti ringrazio, o Maria, per la tua fede, il tuo amore che hai verso ognuno di noi. Grazie Madre perché tu credi in noi anche quando noi non crediamo più neanche in noi stessi, quando non crediamo che possiamo camminare sulla via della santità. O Maria, rivolgi su di noi i tuoi occhi misericordiosi; rivolgi o Maria i tuoi occhi e il tuo cuore sulle nostre famiglie, sui gruppi di preghiera, su tutti quelli che soffrono; incoraggia o Maria i cuori disperati e i cuori che non possono più credere.
Per intercessione della beata vergine Maria, Regina della pace, benedica tutti voi, le vostre famiglie, tutti i gruppi di preghiera Dio onnipotente: il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 18 MARZO 2006

Apparizione annuale a Mirjana

L’apparizione è iniziata alle 14:09 ed è durata fino alle 14:14. La Vergine ha dato il seguente messaggio:

“Cari figli! In questo tempo quaresimale vi invito alla rinuncia interiore. La strada che vi conduce a questa (rinuncia) passa attraverso l’amore, il digiuno, la preghiera e le opere buone. Solo con una totale rinuncia interiore riconoscerete l’Amore di Dio e i segni del tempo in cui vivete. Sarete testimoni di questi segni e comincerete a parlare di essi. A questo desidero condurrvi. Grazie per avermi risposto.”

Stampa il messaggio

Messaggio del 2 MARZO 2006 a Mirjana

“Dio è Amore! Dio è Amore! Dio è Amore!”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 FEBBRAIO 2006

“Cari figli, in questo tempo di grazia quaresimale vi invito ad aprire i vostri cuori ai doni che Dio desidera darvi. Non siate chiusi, ma con la preghiera e la rinuncia dite sì a Dio e Lui vi darà in abbondanza. Come in primavera la terra si apre al seme e porta frutto il centuplo, così il Padre vostro celeste vi darà in abbondanza. Io sono con voi e vi amo, figlioli, con amore tenero. Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

Maria, Madre di Gesù e della Chiesa, oggi con il suo messaggio desidera prepararci per il tempo liturgico della Quaresima che è davanti a noi. La Quaresima è il tempo liturgico che chiamiamo “tempo forte”. All’inizio del Vangelo, come all’inizio della Quaresima, sentiamo l’invito di Gesù: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Mc. 1,15). In modo particolare il primo giorno della Quaresima sentiamo le parole: “Uomo, ricordati che sei polvere e che in polvere ritornerai”.

Come la Bibbia ci descrive, Dio ci ha creati dalla polvere e ha soffiato nelle nostre narici un alito di vita e così siamo divenuti esseri viventi a sua immagine. Dio ha messo sé stesso in ognuno di noi. Se rompiamo questo legame con Dio, e lo possiamo fare con la libertà che abbiamo ricevuto da Lui, allora in noi non abbiamo la vita, come ci dice Gesù. Ciò significa che senza Dio siamo morti, non esistiamo o viviamo ad un livello psico-fisico nel quale vivono anche gli animali. Se non cerchiamo Dio ogni giorno, rimaniamo senza il suo spirito e la sua forza. La Madonna è Madre e una vera Madre non può stare immobile a guardare i suoi figli che si perdono su questa terra. Le sue parole materne sono semplici e capibili, ma sono difficili quando le dobbiamo mettere in pratica nella vita concreta. Non dobbiamo però spaventarci e arrenderci davanti a questi suoi inviti. La Vergine Maria sa che possiamo, se crediamo, di potercela fare. Ella non cerca da noi quello che è impossibile. Come diceva S. Agostino: “Se gli altri potevano, lo puoi anche tu”. Se non abbiamo nessuno che ci incoraggia, dobbiamo incoraggiare noi stessi sulla strada del bene e della libertà che Dio ci vuole dare. Ma non siamo soli. La Madre è con noi e viene proprio per svegliarci e incoraggiarci.

Oggi ci dice : “Non siate chiusi” e “Aprite i vostri cuori”. Quante volte lo ha detto! Dio abita nel cuore di ognuno di noi, ma noi purtroppo possiamo essere fuori di noi stessi. S. Paolo ci insegna: “In Lui viviamo, ci muoviamo e siamo” (Atti, 17,28). Se fuggiamo da Dio e non gli crediamo, allora noi non siamo più noi stessi; come dice il salmista: “Lontano da te, o Dio, la vita non è più vita; non credere in te significa essere nessuno”. Poiché Maria è Madre, desidera che viviamo e che abbiamo la vita divina in noi. La strada che ci porta alla vita di Dio è l’apertura del cuore, la preghiera, la rinuncia, perché così possiamo ricevere quello che Dio ci vuole dare. Le rinunce, anche quelle piccole, ci aiutano, perché Dio può donarci quello che Lui vuole, non quello che noi desideriamo. Fare le rinunce per le rinunce, come anche pregare per pregare, non ha nessun senso se questi mezzi non cambiano il nostro cuore, se non cresciamo nell’amore verso Dio e verso gli altri. Il più grande pericolo nel quale possiamo cadere è il formalismo, nel quale doniamo a Dio le nostre preghiere, rinunce, digiuni, ma non gli doniamo il nostro proprio essere, il nostro proprio cuore perché Lui lo possa cambiare. Quando guidiamo la macchina per strada, troviamo tanti segnali stradali, i segnali del possibile pericolo; bisogna conoscere il significato di tutti questi segnali per guidare e non correre rischi. Così sulla strada che ci porta a Dio, bisogna conoscere tutti i segnali e i mezzi che ci aiutano ad avvicinarci ogni giorno di più al nostro Creatore, al nostro Padre.

Oggi nel messaggio la Madonna davanti a noi mette l’immagine della natura: la primavera, la terra, il seme. Dio ha messo nella natura le leggi naturali. Sappiamo bene come sono terribili le conseguenze quando l’uomo vuole cambiare queste leggi. Ma ancor più terribili sono le conseguenze quando l’uomo vuole cambiare le leggi di Dio che Lui ha messo nella nostra coscienza, nel nostro spirito, nella nostra vita. Rispettare e vivere queste leggi vuol dire vivere e avere la vita in noi: la sua vita, la vita di Dio.

INFORMAZIONI
I veggenti Ivan, Vicka e Marija hanno ancora le apparizioni quotidiane della Madonna. La veggente Mirjana ha le apparizioni della Madonna una volta all’anno e anche ogni 2 del mese. Il 2 febbraio Mirjana ha avuto l’apparizione della Madonna non nella Comunità Cenacolo a Medjugorje come di solito, ma nella sua casa. Questa volta la Madonna non ha dato nessun messaggio attraverso Mirjana. Il 13° Incontro internazionale delle guide dei centri della pace, dei gruppi di preghiera, dei pellegrinaggi e dei gruppi di carità legati a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 5 al 9 marzo 2006. Il tema dell’incontro è: “Mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra”. L’11° seminario internazionale per i sacerdoti si svolgerà a Medjugorje dal 3 all’8 luglio 2006. Il tema del seminario è: “La spiritualità del sacerdote”. Le adesioni possono essere inoltrate al numero di telefono e fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr.
PREGHIERA E BENEDIZIONE
O Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa e nostra Madre, prega per noi in questo tempo di grazia quaresimale e guidaci sulle strade della preghiera e della rinuncia perché possiamo ricevere da Dio i suoi doni che vuole darci nel suo amore infinito. Tu, o Maria, vedi tutte le nostre schiavitù e i legami che ci legano al peccato. Siamo, o Maria, schiavi dei nostri comportamenti, del nostro egoismo e orgoglio, che non ci permette di essere umili, di riconoscere le nostre mancanze e di chiedere perdono a Dio, di chiedere perdono gli uni agli altri, di chiedere perdono a Dio che ci aspetta per mostrarci la sua infinita misericordia. Siamo, o Maria, spesso fissati alle nostre paure, ai nostri dubbi, ai peccati, alle colpe, che mettono alla prova la nostra fede in Dio onnipotente, in Colui che può fare tutto, che può creare in noi tutto nuovo. Prega per noi, o Maria, che Dio possa fare i suoi miracoli nella nostra vita, nelle nostre famiglie e nei cuori di tanti giovani affamati e assetati della vera vita, che solo Gesù può dare.

Per intercessione della beata vergine Maria, Regina della pace, benedica tutti voi, le vostre famiglie, tutti i gruppi di preghiera e vi protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Padre Ljubo Kurtovic



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 25 GENNAIO 2006

“Cari figli, anche oggi vi invito ad essere portatori del Vangelo nelle vostre famiglie. Non dimenticate, figlioli, di leggere la Sacra Scrittura. MetteteLa in un luogo visibile e testimoniate con la vostra vita che credete e vivete la Parola di Dio. Io vi sono vicino con il Mio Amore e intercedo davanti a Mio Figlio per ognuno di voi Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.”

Stampa il messaggio


Riflessione sul messaggio Padre Ljubo Kurtovic

Maria, Madre di Dio e nostra Madre, comincia ogni suo messaggi con “Cari figli”. Noi siamo i suoi figli, non figli qualsiasi, ma figli amati e cari. Siamo amati da Lei anche quando, come figli, siamo disobbedienti, indifferenti, deboli e peccatori. Siamo amati anche quando siamo gioiosi e tristi. Lei rimane perseverante e paziente con noi anche quando non crediamo e accettiamo superficialmente le sue parole. Il suo amore materno rimane lo stesso, uguale, perché proviene dal cuore di Dio; Lei stessa è tutta immersa nell’amore di Dio. Oggi ci invita ad essere portatori del Vangelo nelle nostre famiglie, là dove viviamo, fra quelli che Dio ci ha donato su questa nostra via terrena; essere e rimanere portatori di Dio nella propria famiglia; essere portatori di Dio anche a quelli che sono per noi forse pesanti, che ci danno fastidio, che sono indifferenti verso di noi. “Solo con l’amore potete vincere il male”, ci insegna la Vergine Maria. Non c’è altro mezzo, non c’è altra ricetta. Nessuno di noi è pesante e noioso per Maria, perché ci ama. Soltanto l’amore può portare gli altri e non solo sopportarli; perciò soltanto Maria ci può insegnare e aiutarci. L’uomo si identifica e pian piano si trasforma nell’ideale davanti al quale si trova. Se cerchiamo di trovarci davanti a Maria ogni giorno, allora pian piano i nostri cuori si trasformeranno nel suo cuore. Maria, Madre e Vergine, è stata la prima a portare il Vangelo, a portare Dio nel suo grembo e nel suo cuore. Dio ha affidato questo compito a Maria attraverso l’angelo Gabriele; e vediamo che il suo compito materno non è ancora finito finchè noi, suoi “cari figli”, siamo ancora in questa valle di lacrime che dobbiamo percorrere. Lei non si è spaventata di questo grande compito e dei moltissimi figli che il Padre celeste Le ha affidato. Anche nei messaggi precedenti la Vergine Maria ci diceva di leggere la Sacra Scrittura; lo fa anche oggi. Maria è la Donna del Vangelo perché lo ha vissuto in modo più perfetto e più pieno. Lei stessa ha portato il Vangelo, Gesù, nel suo grembo. La Madre Maria qui, durante questi 25 anni delle sue apparizioni e della sua presenza, non è venuta a rivelare nessuna verità nuova; non viene per aggiungere qualcosa di nuovo al Vangelo. Lei, come Madre, viene e desidera che prendiamo sul serio la Parola di Dio, perché per noi il Vangelo non sia qualcosa di astratto o qualcosa nelle nuvole, lontano dalla vita. Il Vangelo non è qualcosa che è avvenuto nella storia e che è finito. Il Vangelo avviene e si rinnova nella vita di ogni cristiano, di ognuno che segue Gesù. La passione, la flagellazione, la morte, la risurrezione di Gesù non sono finite, ma avvengono nella nostra vita. Gesù è risorto e vivo in ogni cristiano. Lui stesso ci dice: “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt. 25,40). San Girolamo diceva: “Chi non conosce la Sacra Scrittura, non conosce Cristo”. Nel Vangelo troviamo Gesù stesso, il suo amore, la grazia, l’onnipotenza; perché il Vangelo è Gesù Cristo, è Persona. La Parola di Dio non è parola umana; la sua Parola è capace di creare dal nulla, creare e cambiare la vita, come ci dice lo scrittore della lettera agli Ebrei: “Infatti la Parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore. Non v’è creatura che possa nascondersi davanti a Lui, ma tutto è nudo e scoperto agli occhi suoi e a Lui noi dobbiamo rendere conto” (Eb. 4,12-13). Non esiste lo stato d’animo o la situazione nelle quali l’uomo d’oggi si possa trovare che non si trovino già nella Sacra Scrittura. Il Signore ci vuole parlare attraverso la sua Parola, che non è una lettera morta.

“Testimoniate con la vostra vita che credete e vivete la Parola di Dio”. Attraverso la fede nella Scrittura, mi avvicino a Dio, posso toccare Dio stesso, che si nasconde nella sua Parola, la quale anche oggi è attuale. Leggere la Sacra Scrittura significa ascoltare cosa mi dice Dio, accogliere la Parola della Sacra Scrittura come dono. Proprio come la Vergine Maria si è comportata quando ha sentito le parole dell’angelo Gabriele e come si è comportata durante tutta la sua vita. Come ci dice il Vangelo di Luca: “Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore “ (Lc. 2,19). Si tratta di ascoltare, obbedire e serbare la Parola. Tutto ciò avviene in un atteggiamento di adorazione, obbedienza e ammirazione. Noi non siamo padroni della Parola di Dio, ma servi; e quando nella fede e nella preghiera leggiamo la Sacra Scrittura, allora non cercheremo solo qualcosa da raccontare agli altri o qualcosa che soddisfi la nostra curiosità: è necessario permettere a Dio di parlare a noi, al nostro cuore. La Madre di Dio, Regina della pace, ci promette la sua vicinanza, il suo amore, il suo aiuto e la sua intercessione; non rimaniamo indifferenti, chiusi a questi inviti che arrivano a noi dal Cielo e dalla nostra Madre.

INFORMAZIONI:
La veggente Mirjana Dragicevic Soldo ha le apparizioni della Madonna una volta all’anno, il 18/3, e anche ogni due del mese; così il 2 gennaio scorso la Vergine Maria ci ha dato il messaggio attraverso di lei:

“Cari figli, mio Figlio è nato! Il vostro Salvatore è qui con voi! Cosa ostacola i vostri cuori dall’accettarlo? Cosa c’è di falso nei vostri cuori? Purificateli con il digiuno e la preghiera. Riconoscete e accettate mio Figlio. Solo Lui vi può dare il vero amore e la vera pace. La strada verso la vita eterna è Lui, mio Figlio. Vi ringrazio”.

Diverse migliaia di pellegrini, soprattutto giovani, provenienti da tutto il mondo sono venuti a Medjugorje per entrare in preghiera nel nuovo anno 2006. Il programma di preghiera notturno è iniziato alle ore 22 con l’adorazione del Santissimo Sacramento. La S. Messa, celebrata dal parroco e concelebrata da 120 sacerdoti, è iniziata alle 23,15 ed è finita verso l’una. Nella sua omelia, il parroco ha trasmesso ai giovani le parole indirizzate dal Santo Padre Benedetto XVI in occasione della giornata mondiale della pace. E’ un invito alla costruzione di un mondo più umano, a diventare attenti e disponibili discepoli di Gesù, a diventare sale della terra e luce del mondo. Che il nostro primo dovere sia seguire Gesù ed ascoltarlo secondo le nostre personali possibilità: imitare la sua vita nella nostra vita. Solo in questo modo possiamo aspettarci un nuovo anno migliore e più bello. Il 13° Incontro internazionale delle guide dei centri della pace, dei gruppi di preghiera, dei pellegrinaggi e dei gruppi di carità legati a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 5 al 9 marzo 2006. Il tema dell’incontro è: “Mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra”. Le richieste di adesione a questo incontro possono essere inoltrate al numero di telefono e fax 00387-36-651999 per Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr
PREGHIERA E BENEDIZIONE
O Vergine Maria, Regina della pace, Tu che ci porti pace, che ci porti Gesù; Tu che preghi e intercedi per noi e per le nostre famiglie, Ti preghiamo: insegna a noi, ai nostri cuori, di poter portare il Vangelo, di poter portare Gesù, Dio e Signore, nelle nostre famiglie, là dove viviamo e lavoriamo. Che nella nostra vita gli altri possano vedere non noi, ma Gesù; e che Gesù possa operare attraverso di noi, attraverso il nostro comportamento, i nostri atteggiamenti e la nostra vita. O Maria, Regina della pace, non ti stancare con noi, intercedi per noi. Ti ringraziamo perché sei paziente, perseverante con ognuno di noi. Insegnaci e fa’ che anche noi possiamo essere come Te verso gli altri.

Per intercessione della beata vergine Maria, tutti voi cari ascoltatori, le vostre famiglie, tutti i gruppi di preghiera benedica e protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.

Padre Ljubo Kurtovic

Messaggio del 2 GENNAIO 2006 a Mirjana

“Cari figli, Mio Figlio è nato! Il vostro Salvatore è qui con voi! Cosa ostacola i vostri cuori dall’accettarlo? Cosa c’è di falso nei vostri cuori? Purificateli con il digiuno e la preghiera. Riconoscete e accettate mio Figlio. Solo Lui vi può dare il vero Amore e la vera Pace. La strada verso la vita eterna è Lui, Mio Figlio. Vi ringrazio.”

Stampa il messaggio



La Vergine Maria “Regina della Pace” ci ha dato il messaggio attraverso la veggente Marija Pavlovic-Lunetti, come ogni 25 del mese cominciando dal 25 gennaio 1987


Messaggio del 1 GENNAIO 2006

“Cari figli non dimenticate Io sono vostra Madre e vi Amo con Amore tenero”

Stampa il messaggio


                    

vai all'utimo messaggio